Spunti, idee

List items

  • La migliore versione di Batman è quello degli anni '60, di Adam West, e per estensione quello di Grant Morrison; e in minima parte quello di Michael Keaton. E' il batman più marketabile, quello con più appeal sui bambini. Batman dovrebbe rappresentare, con i suoi gadget, i suoi misteri, i veicoli e la sua rogue gallery, tutto ciò che è cool per chi ha un'eta inferiore o uguale a 15 anni. Per questo è fondamentale l'idea di Robin. Tutto ciò che è, lo è studiato per far presa su un ragazzino. Tutto ciò che fa, lo fa per un ragazzino.

    Per questo la mia idea è che Batman sia in realtà più un'idea di marketing.

  • Un'idea molto più potente di Superman e degli altri supereroi nati con i poteri, quella di trasformare un bambino in un adulto che può tutto, onnipotente. Anzi, è più forte l'idea di Capitan Marvel jr, visto che Freddy Freeman è anche disabile. E' bellissima l'idea di un'opportunità che venga data all'ultimo degli ultimi.

  • Uno dei villain più conosciuto al mondo. Avrebbe più senso una rivalità contro Capitan Marvel. Un personaggio proteiforme. Le caratteristiche che mi piacciono di più sono l'ortodossia alla sua filosofia, alla scienza, il suo lato tronfio e prepotente, l'idea che tutte le persone siano mezzi per arrivare al suo scopo (agisce come uno schiacciasassi, distruggendo chiunque si trovi sulla sua strada). E' anche tossico verso chiunque gli sta accanto. Poi ha anche un lato business man che lo rende irresistibile, lo si vede con le mani in pasta ovunque, è brillante, fa tutto, conosce gente, briga, corrompe, perdona, ama, odia (bellissimo Luthor di Azzarello, molto umano, con squarci di fragilità, di bontà). E' anche un grandissimo ipocrita, come Ozymandias, accettando di fare cose terribili per un bene superiore, con in aggiunta un delirio di onnipotenza e di dominazione.

  • Molto migliore di tutti gli altri villain cervellotici à la Brainiac. Non solo è un genio, ma è anche la pulce nell'orecchio, spesso abita letteralmente le orecchie degli altri. E' uno iago che orchestra grandissimi piani, il diavolo sulla spalla. Bellissimo in coppia con Sivana, l'equivalente di Shazam del team Braianc Luthor in versione migliorata. Personaggio pericolosissimo, potentissimo, con la sindrome di Napoleone. Lo adoro.

  • Come viene concepito nel canone, come una copia scialba di Batman, è noiosissimo e non ha senso, non si distingue. Sarebbe interessante se fosse un vero dottore, con ambulanza e strumenti, che interviene dove c'è più bisogno per soccorrere i feriti.

  • Rifiuto qualsiasi interpretazione che vede Peter Parker felice e di successo. Dovrebbe essere una persona intelligente terribilmente nella media, alla quale capita una fortuna inaspettata ma che gli serve a molto poco, perchè la vita lo butta costantemente a terra ma ha comunque la forza di rialzarsi. Non in maniera grave e dura come per Daredevil (che è una persona tossica immersa in un mondo malato e che sguazza nello stesso schifo di altre persone tossiche tanto quanto lui) ma scene di vita quotidiana (lavoro, amore, soldi). Per me è senza senso che sia finito ad essere una specie di imprenditore à la Tony Stark, a sposare una modella, etc. Dovrebbe essere il professore del liceo simpatico, interessante ma comunque perdente come nella gestione Straczynski ma senza boiate magiche o assurdità come Sins past o The Book of Ezekiel. Piuttosto meglio la Saga del Clone.

  • Un cattivo con un potere davvero terrificante.

  • L'idea di un supereroe che utilizza i metodi del Punitore dovrebbe scatenare un dibattito fortissimo nella comunità dei supereroi.